Misteri Scienza

3.000 anni fa, la misteriosa civiltà dei popoli marini fu spazzata via dalla “guerra mondiale zero”

Secondo i ricercatori, circa 3.000 anni fa, la misteriosa civiltà “fiorente” dell’età del bronzo dell’est Mediterraneo chiamata i ‘ popoli del mare ‘ improvvisamente scomparì dalla storia.

Secondo un nuovo studio, basato su antichi testi egizi, l’enigmatico “popolo del mare” potrebbe, di fatto, essere collegato ai Luwiani.

Gli antichi Luwiani secondo alcuni studiosi furono distrutti in una feroce battaglia con i re micenei a Troia.

Secondo gli storici mainstream, la guerra di Troia fu uno degli eventi finali che culminò in un’era di caos che è stata chiamata ‘guerra mondiale zero,’ trascinando l’intera regione in un’età…

La storia, tuttavia, risale a una cultura misteriosa e avanzata che divenne nota come “popoli del mare”.

Ricostruzione artistica della tarda età del bronzo della città di Troia come descritto da Guido de Columnis, Historia Destructionis Troiae (5.100) in 1287 (© Christoph Haußner)

Secondo nuove teorie proposte da Luwian Studies, è stato presentato un nuovo scenario che potrebbe far luce sulla caduta dell’età del bronzo approssimativamente intorno al 1200 a.C. e successivi eventi che possono essere ricondotti alla guerra di Troia.

Secondo lo scenario appena proposto, molti imperi del Luwiano ed i popoli dell’Anatolia si unirono  per attaccare il vicino Regno degli Ittiti.

I ricercatori sottolineano che, poiché i regni Luwian parlavano un linguaggio comune, dovrebbero essere considerati come una singola civiltà, suggerisce Eberhard Zangg.

In un’intervista viene spiegato che durante il secondo millennio A.C., le persone che parlavano la lingua Luwiana vissero in tutta l’Asia minore. Erano contemporanei, partner commerciali, e a volte oppositori delle ben note culture minoiche, micenea e ittite della Grecia e dell’Asia minore

Gli esperti conclusero che quando l’età del bronzo si fermò, gli antichi Greci persero le loro abilità di scrittura per secoli a venire, tuttavia, gli antichi Luwiani le mantennero per quasi mezzo millennio. Ne sono testimonianza i numerosi testi antichi scoperti nel XIX secolo, prima dei testi micenei, minoici e ittiti.

Gli antichi documenti spiegano che l’Impero Luwiano crebbe in potenza nel tempo con lo scopo di attaccare l’Impero. Tuttavia, una nuova ricerca suggerisce che gli antichi Luwiani erano molto potenti, e circa 3.200 anni fa, attaccarono Hattusa sia dal mare che dalla terra. 

Si crede che questa teoria sia sostenuta da antichi testi egizi che descrivono gli attacchi a Cipro e alla Siria da parte dei misteriosi “popoli del mare”. I ricercatori concludono che questa enigmatica civiltà in realtà sia l’antico regno Luwiano.

I Raiders incendiarono i templi e gli edifici, guidando la classe dirigente fino a quando la civiltà ittità scomparve nell’oblio per 3000 anni,’ secondo la nuova teoria.

Le elaborate strategie consentivano alla gigantesca civiltà Luwiana di governare un’area dalla Grecia settentrionale a Libannon, suggeriscono i ricercatori.

Alla fine, i re micenei si unirono e distrussero i Luwiani rimasti senza protezione a causa del loro vasto territorio. I re micenei raggiunsero la vittoria dopo la costruzione di una flotta enorme per razziare città portuali situate in Asia minore. Alla fine, i due eserciti si unirono alle forze prima di Troia.

La seguente battaglia, conosciuta come la guerra di Troia, causò la completa distruzione dell’Impero Kuwain e l’probabilmente la distruzione di Troia.

Tuttavia, non tutti gli esperti concordano con i ricercatori sugli studi Luwian. Molti archeologi si oppongono all’idea che esistesse una civiltà Luwiana.

“Gli archeologi dovranno scoprire esempi simili di arte monumentale e architettura nell’Anatolia occidentale e idealmente testi provenienti dagli stessi siti per sostenere la rivendicazione di civiltà di Zangger,” ha detto un nuovo Scienziato Christoph Bachhuber, dell’Università di Oxford. 

Riferimento giornale di registrazione:

La guerra mondiale zero ha abbattuto la civiltà misteriosa della “gente del mare”

Fonte: https://www.ancient-code.com/

via HackTheMatrix