Scienza

Cina. Geni umani nelle scimmie: siamo noi i nuovi elohim?

Gli scienziati nel sud della Cina riferiscono di aver cercato di restringere il divario evolutivo, creando diverse scimmie macachi transgeniche inserendo un gene  umano ritenuto importante nella formazione dell’intelligenza umana.

“Questo è il primo tentativo di comprendere l’evoluzione dell’intelligenza umana usando un modello di scimmia transgenica”, dice Bing Su, il capo genetista dell’Istituto di Zoologia di Kunming.

Secondo le scoperte, le scimmie modificate hanno eseguito con migliori risultati un test di memoria che coinvolge colori e immagini e il loro cervello ha anche impiegato più tempo per svilupparsi, come fanno i bambini umani.

Secondo il rapporto, le scimmie transgeniche non hanno sviluppato  cervelli più grandi, ma hanno ottenuto risultati migliori nei quiz di memoria.

Tuttavia gli esperimenti i cui esiti sono stati riportai nella rivista di Pechino National Science Review sono ancora lontani dall’individuare i segreti della mente umana…

Sul fronte occidentale, però, le critiche non mancano:

“L’uso di scimmie transgeniche per studiare i geni umani legati all’evoluzione cerebrale è una strada molto rischiosa da percorrere”, dice James Sikela, genetista che conduce studi sui primati all’Università del Colorado «ed è inquietante che queste ricerche stiano procedendo a questo ritmo»

Il più grande enigma: com’è nato l’uomo?

Negli ultimi decenni le teorie creazioniste 2.0 (ossia le Teorie degli antichi astronauti) sono diventate sempre più condivise, e sono state messe in discussione sempre più, anche dalla comunità scientifica, le teorie evoluzioniste Darwiniane.

Questo anche grazie ad autori italiani come Mauro Biglino => qui il link “Biglino racconta le origini aliene della civiltà umana“)

In ogni caso una cosa è certa:

Il più grande enigma di tutti è l’intelligenza umana. Quello che sappiamo – condiviso da tutti – è che ad un certo punto il cervello dei nostri antenati umani si è sviluppato rapidamente in dimensioni e potenza.

Per trovare i geni che hanno causato il cambiamento, gli scienziati hanno cercato le differenze tra gli umani e gli scimpanzé, i cui geni sono circa il 98% simili ai nostri.

L’obiettivo è di individuare “i gioielli del nostro genoma“, cioè il DNA che ci rende straordinariamente umani (oppure – facendo finta che… – NON umani).

Genesi: e gli Elohim fecero l’Adam

Nelle traduzioni che abbiamo in casa della Bibbia si dice che non siamo stati fatti ad “immagine e somiglianza” degli Elohim. la Bibbia in realtà utilizza un’espressione che indica: che noi siamo stati fatti a somiglianza degli Elohim, ma non ad immagine, bensì con lo tselem degli Elohim.

Il termine tselem definisce in modo specifico “un quid di materiale che contiene l’immagine”.

In sintesi, gli  Elohim hanno compiuto degli interventi di ingegneria genetica utilizzando due DNA (il loro e quello degli ominidi): hanno quindi dato vita a questa specie che la Bibbia conosce come Adam, creando prima il maschio e dopo un certo lasso di tempo la femmina.

Queste affermazioni mi sono state riconosciute e confermate da filologi ebrei che concordano sul fatto che nella Bibbia si parli di ingegneria genetica.

Mauro Biglino: Adamo ed Eva furono creati con il DNA degli Elohim, e così nacque la nuova razza umana…

Fonte: https://www.technologyreview.com/s/613277/chinese-scientists-have-put-human-brain-genes-in-monkeysand-yes-they-may-be-smarter/

L’articolo Cina. Geni umani nelle scimmie: siamo noi i nuovi elohim? proviene da Unoeditori.