Controinformazione

Dove Cercare Asilo Nell’eventualità Di Una Terza Guerra Mondiale? Ecco Una Lista Dei Paesi Più Sicuri

Paul Antonopoulos
 Sa Defenza

Di recente un’organizzazione internazionale ha preparato un elenco di paesi, in cui le persone godrebbero di maggiore sicurezza e protezione. Ed è in questi luoghi che sarebbe meglio essere nel caso di un conflitto militare mondiale.

Esperti di International SOS e Control Risks –  leader mondiali nei servizi di sicurezza medica e internazionali – hanno pubblicato una mappa sui rischi di viaggio per l’anno 2019, che copre l’intero globo, e mostra anche i paesi più sicuri al mondo.

La mappa del mondo, che stabilisce vari livelli di rischio contrassegnati dal colore, ha diversi fattori, come la qualità delle cure mediche, il livello di criminalità, il grado di minaccia terroristica e gli standard di sicurezza del traffico.

Secondo il portale britannico Express, uno dei migliori paesi per chiedere asilo in caso di terza guerra mondiale è il piccolo stato del Liechtenstein, principalmente a causa della sua posizione tra l’Austria e la Svizzera, che sono anche considerati paesi sicuri.

In termini di sicurezza, il Liechtenstein è il paese con bassi livelli di criminalità e un alto numero di agenti di polizia, ha detto il portale.

Un’altra destinazione sicura è la Groenlandia, una delle isole più grandi del mondo, politicamente costituita come regione autonoma appartenente al Regno di Danimarca (anch’essa molto apprezzata come stato sicuro). Nel caso della Groenlandia, l’alto livello di sicurezza in questa regione risiede nella sua lontananza dai luoghi a rischio di conflitto.

Inoltre, l’elenco include l’Islanda, spesso considerata un paese neutrale, in cui il livello di criminalità è uno dei più bassi del mondo. Tuttavia, questo paese è tra i più costosi insieme al Lussemburgo.

Altri paesi menzionati in cui il rischio per la sicurezza è molto piccolo sono il Lussemburgo, la Norvegia e la Finlandia.

Nel frattempo, il Medio Oriente (in particolare la Siria, l’Iraq, lo Yemen e l’Afghanistan) e alcuni paesi africani (come Libia, Mali, Somalia, Sudan) sono considerati regioni molto pericolose.

via SaDefenza