background img
Complottisti Staff

Il Libro che il Vaticano non vi farebbe mai leggere

2 mesi ago written by

Lo scrittore americano John Lamb Lash in una delle sue opere più controverse narra la storia della religione pagana, individuando nella religione monoteista la radice del caos e dell’autodistruzione. 

Pochi libri sconvolgono come “Il Libro che il Vaticano non ti farebbe mai leggere – Non a sua immagine. Visione gnostica, ecologia sacra, e il futuro della fede” di John Lamb Lash, celebre scrittore americano nonché mitologo di fama mondiale. Si tratta di un’opera alquanto controversa, che parte dai suoi studi e si basa sia sugli scritti di Nag Hammadi, sia su altri testi gnostici.

La setta che distrusse la religione pagana

Dagli studi realizzati dallo scrittore, infatti, emerge la verità circa la presenza di una misteriosa e semisconosciuta setta messianica che ha progressivamente preso il predominio sull’umanità non lesinando forza e brutalità per raggiungere i propri scopi. Tale setta messianica aveva come obiettivo quello di annientare ogni tipo di insegnamento spirituale gnostico, a vantaggio della religione cristiana.

Stando alle fonti ritrovate e studiate da Lamb Lash, furono tantissimi i sacerdoti Druidi e i guaritori sciamanici provenienti da molteplici zone dell’Europa e del nord Africa che furono letteralmente annientati pur di non proferire più parola circa gli insegnamenti atavici divulgati. Enormi biblioteche, custodi delle Antiche Verità, vennero date alle fiamme, templi furono ridotti a macerie. Tutto questo per mettere a tacere una volta e per sempre la spiritualità pagana del tempo a vantaggio della religione monoteista e delle sue peculiarità.

Raffigurazione di antichi Druidi

Appagamento vs Sofferenza

John Lamb Lash nel suo libro mostra come il monoteismo fosse, già da molto tempo prima della nascita del Cristianesimo, una sorta di anomalia. A sua detta, infatti, l’uomo ha sempre volto lo sguardo e la propria fede alla Terra quale incarnazione di Sophia, la dea della sapienza, al quale votare ogni tipo di reverenza e di godere dei suoi frutti e delle sue “tentazioni”.

L’avvento del Cristianesimo, invece, andava completamente contro quelli che erano stati fino a quel momento i misteri gnostici. Esso infatti promuove un solo dio da adorare e la sofferenza come unico percorso valido per raggiungere la vita eterna dell’aldilà. Va da sé, dunque, che questa nuova religione fosse in completo disaccordo con quella precedente e pertanto andava eliminata. La religione pagana in tutte le sue declinazioni – i Misteri pagani, la Grande Dea, la Gnosi, i miti di Sophia e Gaia – venne progressivamente cancellata a vantaggio della nuova religione monoteista.

Kali Yuga, il terrorismo e l’autodistruzione del mondo

Nel suo libro, Lamb Lash discetta a fondo circa le antiche religioni dell’Europa classica precristiana e si spinge ben oltre fino a definire le origini del terrorismo globale in una nuova chiave di lettura, arrivando a tracciare una linea tesa e ben chiara sul periodo attuale, contraddistinto da grande confusione a tutti i livelli, definito con il termine di “Kali Yuga.

Lo scrittore e studioso americano richiama i suoi lettori anche ad un obbligo necessario. Quello di cooperare con l’Eone Gaia-Sophia per correggere la direzione confusa presa dall’umanità e cercare di rimediare ai danni commessi finora. In pratica, attraverso una nuova consapevolezza che riprende i percorsi gnostici delle religioni pagane, l’umanit è chiamata a cooperare con la Madre Terra. A ritornare a lei, così che si possa sprigionare il potenziale positivo degli uomini e invertire lo scenario di autodistruzione alimentato dalla religione monoteista.

via Breaknotiize

Article Categories:
Controinformazione