Controinformazione

Il Pentagono Incolpa Mosca Per La Revisione Del Nuovo Ordine Mondiale

di Paul Antonopoulos

Il Pentagono ha risposto agli avvertimenti dei politici russi, che a loro volta avevano criticato la decisione degli Stati Uniti di inviare truppe aggiuntive in Medio Oriente.

Il Dipartimento della difesa USA difende la sua decisione di implementare le sue truppe dicendo che è la Russia quella che sta tentando di destabilizzare la situazione in Medio Oriente.

“Questo schieramento non è una provocazione, le truppe aggiuntive sono a scopo difensivo per affrontare minacce aeree, navali e terrestri in Medio Oriente”, ha detto alla CNBC il tenente colonn. Carla M. Gleason, dell’unità affari pubblici del Pentagono in Europa, in una sua e-mail martedì.

“La Russia cerca di rivedere l’ordine mondiale e respingere il sistema internazionale che ha permesso la pace per decenni. La Russia ha cercato di sfruttare il caos e far progredire la sua influenza, espandendosi oltre le sue zone vicine all’estero. E lo ha fatto con particolare attenzione al Medio Oriente “, ha aggiunto.

Per gli Stati Uniti, il Medio Oriente “rimane una regione di vitale importanza per i nostri interessi di sicurezza nazionale, dove il Dipartimento (della Difesa) si sforza di mantenere un equilibrio favorevole di potere, nega i paradisi sicuri ai terroristi (?), e garantisce i percorsi commerciali critici e assicura la libertà di navigazione, “ha aggiunto Gleason.
Nota: Qesto il commento dell’alto ufficiale USA che sembra aver visto troppi films di Hollywood e di soffrire di un forte distacco dalla realtà.

La Russia ha reagito con rabbia ai piani statunitensi martedì con i suoi funzionari, incluso il vice ministro degli esteri del paese, che hanno avvertito gli Stati Uniti che questa mossa era equivalente a una “provocazione militare”. “Il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha esortato” tutte le parti a mostrare moderazione “.

Questa settimana si è assistito ad un’ulteriore escalation di tensioni tra Stati Uniti e Iran, mentre gli americani hanno accusato Teheran di essere dietro le esplosioni che hanno colpito petroliere, una norvegese e una giapponese, senza fornire alcuna prova di queste accuse. L’Iran ha risposto dicendo che l’incidente è stato pianificato da Washington per giustificare le sanzioni e minare il lavoro dei diplomatici della Repubblica Islamica.

Non è la prima volta che Stati Uniti e Russia si sono scontrati con le loro politiche estere verso il Medio Oriente negli ultimi anni. Entrambe le parti hanno combattuto in una goffa coalizione contro lo Stato islamico in Iraq e in Siria, con gli Stati Uniti che hanno sostenuto il cambio di regime in Siria, appoggiando i gruppi terroristi, mentre la Russia ha appoggiato il presidente siriano Bashar Assad e le forze governative.


Nota: Le autorità militari statunitensi accusano la Russia di minare la posizione di dominio statunitense sulle varie aree del monde ed in particolare in Medio Oriente. Al colonnello Gleason sfugge un particolare: sono i popoli, specialmente quelli dei paesi del Medio Oriente, che non sopportano più l’ingombrante presenza USA sui loro territori che viene conmsiderata illegale e non giustificata. Il ruolo distruttivo della presenza USA in Medio Oriente è ormai assodato, considerando le guerre condotte da Washington con il bilancio di centinaia di migliaia di vittime innocenti e con le immani distruzioni. Paesi come l’Iraq, la Siria, la Libia sono lì a testimoniarlo.

Fonte: FRN

Traduzione e note: Luciano Lago

Tratto da: https://www.controinformazione.info/il-pentagono-incolpa-mosca-per-la-revisione-del-nuovo-ordine-mondiale/