Controinformazione NWO

Il ritiro della Siria fa infuriare satanisti e agenti del nuovo ordine mondiale

di Jonas E. Alexis


“Non facciamo più guerre per Israele”, ha detto Mark Dankof. La stragrande maggioranza degli americani, incluso questo scrittore e il popolo di Veterans Today, sarà completamente d’accordo. Forse il 2019 è il momento per gli americani di dire al regime di Tel Aviv che “non ce la faremo più” (a fare le guerre per vostro conto).

Nuovi agenti dell’ordine mondiale, satanisti e primatistii etnici sono in preda al panico perché Trump ha annunciato un ritiro delle truppe americane dalla Siria. [1] Abe Greenwald della rivista Neocon Commentary ha immediatamente scritto un articolo intitolato “Sì, le nostre guerre impopolari valgono la pena” [2].

Il satanista Max Boot ha scritto sul Washington Post che “il ritiro della Siria di Trump è un gigantesco regalo di Natale per i nostri nemici”. [3] Perché Trump sta ritirando la Siria? Bene, Boot ha una risposta logica:

“Perché Trump dovrebbe farlo ora? Chissà? Dato che sta agendo in disaccordo con i suoi consulenti, questo non è chiaramente il risultato di un normale processo di revisione delle politiche. Questa è la Trump Doctrine in azione: Trump fa quello che vuole. Potrebbe essere basato su ciò che ha fatto per colazione – o potrebbe esserci qualcosa di più sinistro “. [4]

Boot non ci dirà mai che la stragrande maggioranza degli americani non ha mai voluto le truppe americane in Siria in primo luogo. Ma la sua folle valutazione ha raggiunto una massa critica tra la cabala neocon e sionista. Il burattino sionista e il detective etnico Lindsey Graham ha dichiarato: “Ritirare questa piccola forza americana in Siria sarebbe un enorme errore simile a quello di Obama”. [5] Graham ha continuato a dire:

“Faremo in modo che l’amministrazione sia responsabile di questa decisione. Se Obama avesse fatto questo, tutti noi saremmo impazziti perché è una cattiva idea. Il compito del Congresso è quello di ritenere responsabile l’esecutivo. È il comandante in capo, ma ha bisogno di essere ritenuto responsabile delle sue decisioni. E voglio audizioni il prima possibile. ” [6]

La senatrice Jeanne Shaheen ha dichiarato: “Sono molto delusa. Quello che ho sentito quando ero in Siria è stato che mentre la lotta contro l’ISIS stava andando molto bene, che c’erano combattenti dell’ISIS che stavano andando sottoterra. E così penso, se partiamo, lasciamo loro l’opportunità di tornare. E cediamo anche l’influenza a Iran, Russia e [Presidente Bashar] Assad in Siria in un modo che non sarebbe positivo per gli Stati Uniti. ” [7]

Marco Rubio è d’ accordo con queste affermazioni, affermando che “la decisione di ritirarsi dalla Siria” è “un grosso errore”. Questo grave errore, ha continuato, “darà la caccia all’America per gli anni a venire. Avrà gravi conseguenze per gli Stati Uniti e Israele e un grande vantaggio per ISIS, Iran e Hezbollah “.

Nulla potrebbe essere più lontano dalla verità. Persone come Graham e Rubio non hanno incontrato una guerra che non gli piaceva. Ma i problemi fondamentali con queste assurde affermazioni sono una miriade di dettagli. Prima di tutto, sia gli Stati Uniti che Israele hanno sostenuto l’ISIS e altri gruppi terroristici in tutto il Medio Oriente, in particolare la Siria. Tenete presente che è stato l’ambasciatore israeliano Michael Oren a postulare inequivocabilmente che Israele era più disposto a sostenere terroristi e “cattivi” in Siria piuttosto che permettere al governo di Assad di prosperare e sopravvivere. [8]

I cittadini americani sono stufi di fare le guerre per Israele

Secondo, i satanisti come Graham non considerano mai il costo delle guerre perpetue in Medio Oriente! Come ha calcolato il Watson Institute della Brown University, gli Stati Uniti hanno già speso quasi sei trilioni di dollari in guerre perpetue in Medio Oriente a partire dal 9 //. [9] Non potrebbero spendere quei soldi per ricostruire l’America? Non potrebbero usarlo per pagare alla persona media un salario di sussistenza?

I satanisti non hanno mai mancato di finanziare guerre perpetue, ma si lamentano sempre che non hanno finanziamenti adeguati per la sicurezza sociale, l’istruzione, l’assistenza sanitaria e, cosa ancora più importante, per dare all’americano medio un salario di sussistenza.

Un ultimo punto è che sono stati Assad, Iran e Russia a combattere vere cellule terroristiche in Siria, non gli Stati Uniti o in Israele. In breve, anche se Trump è pazzo e imprevedibile, aveva ragione quando ha detto che voleva ritirare le truppe americane dalla Siria. Speriamo solo che mantenga la sua promessa questa volta.

Ma gli americani onesti, come ha sottolineato il mio caro amico e collega Mark Dankof , devono scusarsi con le persone preziose in Siria. “Stiamo mettendo in guardia il regime saudita e il regime israeliano”, ha detto Dankof. “Non ci stanno più guidando” verso una guerra perpetua, una dopo l’altra in Medio Oriente.

“Non facciamo più guerre per Israele”, ha detto Dankof. La stragrande maggioranza degli americani, incluso questo scrittore e il popolo di Veterans Today , sarà completamente d’accordo. Forse il 2019 è il momento per gli americani di dire al regime di Tel Aviv che “non ce la faremo più”.

Felice anno nuovo ai miei colleghi americani, ai lettori e agli editori di VT, e a tutti gli uomini e le donne decenti di tutto il mondo, compresi i miei amici in Corea, Giappone e Medio Oriente.

[1] Bart Jansen e David Jackson, “Trump continuerà il ritiro delle truppe dalla Siria, nonostante l’opposizione militare, il capo dello staff ad interim dice:” USA Today , 23 dicembre 2018; Karen DeYoung, “La decisione di Trump di ritirare le truppe americane dalla Siria fa sussultare aiutanti e alleati”, Washington Post , 19 dicembre 2018.
[2] Abe Greenwald, “Sì, le nostre guerre impopolari sono valsa la pena” , commento , 21 dicembre 2018.
[3] Max Boot, “Il ritiro della Siria di Trump è un gigantesco regalo di Natale per i nostri nemici”, Washington Post , 19 dicembre 2018.
[4] Ibid.
[5] Jason Lemon, “Lindsey Graham Slams Il ritiro delle truppe siriane di Donald Trump come” un enorme errore di Obama ” , Newsweek , 19 dicembre 2018.
[6] David Brown, Gregory Hellman e Burgess Everett, “I repubblicani strappano a Trump il ritiro della Siria nell’incontro con Pence” , Politico , 19 dicembre 2018.
[7] Ibid.
[8] Herb Keinon, “‘Israele voleva che Assad andasse dall’inizio della guerra civile in Siria”, Jerusalem Post , 17 settembre 2013.
[9] Neta C. Crawford, “costo della guerra: costi di bilancio degli Stati Uniti delle guerre post 9/11 attraverso l’anno fiscale 2011: $ 5,9 trilioni di dollari spesi e obbligati”, Watson Institute , 14 novembre 2018.

Fonte: Veterans Today

Traduzione: Luciano Lago

via Controinformazione

IN EVIDENZA