Scienza

Inversione poli magnetici: quali conseguenze?

Il Polo Nord magnetico si sta spostando ogni anno più velocemente, questo produrrà una repentina inversione dei poli magnetici? Cosa succederà alla nostra salute e al pianeta?

L’inversione dei poli magnetici eliminerà quasi completamente lo scudo che la Terra ha verso le particelle ionizzate di vento solare e radiazione cosmica. Questo potrebbe provocare mutazioni sul DNA umano ed animale e avrà un impatto estremamente negativo sulla vita.

Un nuovo studio dell’Università di Canberra (Australia) spiega:

“Il campo magnetico terrestre ci protegge dall’azione diretta delle radiazioni solari già da 3,5 miliardi di anni. Le potenti eruzioni solari periodicamente creano protuberanze solari che possono generare gravi problemi agli apparecchi elettronici. L’inversione dei poli porterà a conseguenze ancora più serie dell’Evento di Carrington, la mega-eruzione solare del 1859”

Ogni 450.000 / 1 Milione di anni i poli nord e sud del nostro pianeta si invertono. Lo abbiamo scoperto grazie ad antiche argille e rocce magmatiche che ad esempio 40.000 anni fa segnavano il nord dove ora è situato il nostro polo sud.

Il magnetismo del nostro pianeta non è comunque omogeneo. Nel 2017 i geologi dell’universita di Rochester hanno scoperto anomalie in Sud Africa. Li la forza del campo magnetico terrestre era di svariate volte minore rispetto al resto, segno che qualcosa sta effettivamente cambiando nel nucleo terrestre.

Inoltre questa scoperta ha dimostrato che l’inversione dei poli può essere anche a “macchia di leopardo” con mutazioni delle proprietà delle rocce del mantello sotto la superficie. Sembra che queste anomalie stiano crescendo e il processo è in rapida crescita.

inversione dei poli magnetici fine dei tempi apocalisse
Un evento di Carrington ci metterebbe in ginocchio catapultandoci in pieno medio evo!

In una grotta del sud della Cina sono state trovate stalagmiti e stalattiti le cui proprietà si sono rivelate molto interessanti. L’età dei diversi strati che le compongono hanno mostrato che circa 98.000 anni fa si verificarono una serie di eventi che portarono a inversioni polari decisamente forti. In quei tempi in soli 100 anni la potenza del campo magnetico terrestre passava dal 100% al 10% con conseguenze molto gravi per la vita sul pianeta.

Se questi dati non mentono gli scienziati hanno ragione quando affermano che lo scudo magnetico terrestre può scomparire del tutto durante una inversione polare. In quel caso il vento solare potrebbe imperversare libero sulla superficie terrestre.

Questo accelererebbe l’evoluzione provocando mutazioni nel DNA notevoli sia nel regno animale che in quello vegetale. Inoltre vi è un rischio enorme per la nostra tecnologia esposta a “bombe emp” continue da parte del Sole, molto più forti dell’evento di Carrington della seconda metà del 1800. Senza tecnologia l’attuale civiltà sarebbe destinata ad una brusca retrocessione nel giro di pochissimi mesi.

Fonte: https://www.nibiru2012.it/inversione-poli-magnetici-conseguenze/

IN EVIDENZA