Controinformazione Controllo Globale

LA GUERRA DELLO STATO CONTRO I CITTADINI…. TECNICHE DELL’OPPRESSIONE DEL CITTADINO

Lo stato e i suoi pericolosi operatori, burocrati, armati con o senza divisa, operano per conto delle banche centrali. C’è un solo scopo in tutte le iniziative degli uomini dello stato: l’oppressione dell’individuo.

Lo stato opera sistematicamente contro il cittadino. Quel poco che viene venduto per buono di ciò che lo stato produce è, in ultima analisi, solo un altro trucco per danneggiare fino in fondo i contribuenti e i loro diritti.

Le tecniche dell’oppressione sono molteplici e certamente comprendono tutte le scemenze del depistaggio che sono dispensate con la propaganda, a sua volta al servizio delle banche centrali, dei giornalacci e della Tv. Oltre a ciò, e oltre all’oppressione fiscale, al terrorismo, ai delitti di stato e ai trucchi delle manipolate finte recessioni finanziarie, si usa sovente il trucco della sovrapproduzione normativa.

DEI TRUCCHI DEI COMUNISTI ASIATICI
In Cina comunista la produzione normativa inizia attorno al 1985 ma questo non ha nessuna importanza perché, già da allora, come prima e dopo di allora, avvocati e controparti contano poco in senso sostanziale; chi decide è il “grande inquisitore” e la macchina burocratica che fa il lavoro per lui, con o senza leggi, con o senza prove, è lo stesso.

Il giudice decide come gli pare, proprio perché non è vincolato da un codice di procedura e le leggi tutto sommato sono pure poche. La regola vuole che, essendoci poche norme, ed essendo scritte con scarabocchi interpretabili a piacere, procuratori e giudici fanno più o meno come vogliono, godendo di poteri sostanzialmente illimitati, o limitati talvolta dalle pressioni politiche, eventuali, di qualche loro diretto superiore gerarchico, se del caso.

DEI TRUCCHI DEGLI AGUZZINI D’OCCIDENTE
In occidente si usa il trucco inverso; anziché lasciare gli aguzzini sprovvisti di codici e procedure, li si riempie di norme e regole di condotta. Le leggi sono talmente tante, vaghe, generiche, scritte male e confuse, che l’inquisitore può scegliere a casaccio con quali accuse vuole schiacciare l’individuo. È il sistema fraudolento della sovrapproduzione normativa.

Il trucco della sovrapproduzione normativa, usata per tenere sotto scacco il contribuente, sempre, non è un fatto solo europeo, si pratica anche negli Stati Uniti d’America. Alcuni giuristi di coscienza si querelano per i “27 codici penali” gravanti sulle teste vuote di ogni singolo schiavo contribuente che risieda nel continente europeo e l’Avv. Alberto Costanzo è uno di questi (vedi i suoi articoli sui delitti d’opinione, sullo psico reato e sul mandato d’arresto europeo https://albertocostanzo.blogspot.com/)

E però mi pare che in Italia non si noti il fatto che questo doppio trucco della sovrapproduzione normativa e della vaghezza che alle norme si dà, sia importato dal mondo dei suggeritori anglo-americani. Ho udito un professore di diritto e avvocato penalista statunitense raccontare appunto una serie lunghissima di elenchi di persone finite all’ergastolo, o condannate a morte, negli Stati Uniti d’America, a causa di una moltitudine di fatti procedurali di una giustizia penale fuori controllo, e anche, o soprattutto, a causa del fatto che con oltre 10 mila leggi penali in vigore,non è materialmente possibile sapere se e quando si commette un delitto.

Questo fatto è aggravato da altre tre tragedie:
1) le norme sono tutte confuse e generiche (e in Italia, negli ultimi decenni, sono trascritte da veri analfabeti);

2) una gran parte di queste norme non sono contenute nel codice penale e anche un avvocato penalista deve andare a spendere anni per andarsele a cercare;

3) alcune norme penali fanno riferimento a norme in vigore all’estero, non importa dove, e, se per esempio in Honduras c’è una norma che prevede il carcere per chi ha compra aragoste sotto una certa dimensione, quella norma si può applicare nella federazione statunitense, solo in virtù di un’altra norma che praticamente incorpora tutte le altre (di tutto il pianeta).

Questo fatto delle aragoste onduregne ha veramente determinato la detenzione negli Stati Uniti d’America di un importatore che si è fatto 6 anni e mezzo di carcere in base ad una norma che non è in vigore nella confederazione, perché vale in Honduras.
https://ideatransfuser.wordpress.com/2013/04/25/from-lobster-importing-to-prison-a-story-of-violation/

Gli autori noti che spiegano questo fenomeno in modo intelligente sono almeno 4, io ho seguito solo James Duane.
Fortuna vuole che James Duane ha scritto in questi anni un libro che spiega tutto nei particolari e, ovviamente, mi sono procurato una copia del suo lavoro:
https://www.youtube.com/watch?v=gpkc2FZFR5k&t=2s

Questo testo dimostra che la mia ipotesi era corretta, da qualche parte c’è un gruppo di “tecnici” che producono queste norme confuse e intricate per farle firmare ai burattini collocati al “potere” ai governi delle nazioni. Lo stile è lo stesso da una parte all’altra dell’Atlantico.

Per il tramite del trucco della sovrapproduzione normativa, aggravata dalla voluta genericità e vaghezza delle norme, si ottiene che:
a) il cittadino e l’impresa non sono mai in condizione di essere in regola al 100% (e questo li tiene costantemente sotto scacco)
;

b) l’inquisitore sceglie a seconda delle sue esigenze se e chi far sparire (e chi espropriare) e quando farlo, perché sa già che il suo bersaglio non può non aver commesso, non importa più quando, uno o più delitti.

Altri esempi drammatici di questo fenomeno li viviamo in questi giorni:
il GDPR, i processi truffa alla finta mafia capitale, la finta camorra capitale e la finta mafia ostiense. Insistendo e insistendo i ruffiani del gruppo laRepubblica-l’Espresso sono riusciti ad ottenere per i loro padroni, dopo 4-5 tentativi inutili, un morso di giurisprudenza a sostegno delle loro fantasie.
Si fanno i processi con ordinanze di custodia cautelare che ricalcano fedelmente le scemenze scritte sui romanzi (“suburra”, “romanzo criminale”) e queste scemenze sono poi ricopiate testualmente nelle sparate di Rosi Bindi alle “competenti” commissioni parlamentari.

La fantasia e la realtà si mescolano, il pubblico della Tv si beve tutte le chiacchiere dei falsari-calunniatori che ci straparlano dentro, e il risultato sono altre, ancora altre, norme liberticide.

Le pagine del prof. Duane spiegano e danno esempi precisi sulle difficoltà di comprendere le norme e, soprattutto, di andare a cercare dove sono classificate. Negli Stati Uniti d’America si può essere arrestati per una miriade di motivi talmente vaghi e incredibilmente futili che chiunque può finire dentro senza sapere perché o senza poterlo evitare, a piacere e a scelta dell’inquisitore, o anche per errore, e di errori ne contano tantissimi.

LA GUERRA DELLO STATO CONTRO I CITTADINI-VIDEO

FERDINANDO IMPOSIMATO, TARDAMENTE RISVEGLIATO, copia la frase di Vincenzo Vinciguerra “lo stato destabilizza l’ordine pubblico per stabilizzare l’ordine politico”. È lo stato che mette le bombe ed è lo stato che ti frega con le imposte. Perché lo fa? Per tenere le pecore in fila. E perché le pecore stanno in fila? Perché sono pecore e si meritano l’oppressione fiscale che soffrono.

https://plus.google.com/101983732850582009514/posts/CA8i9M6pKs

Paga schiavo e piegati ancora un po’…

Paga schiavo e piegati ancora un po’ perché non hai ancora raggiunto i 90 gradi

Poiché difendi il falso Stato, poiché credi alle false parole, poiché appoggi le false norme, ecco cosa giustamente devi pagare.

Se non vuoi liberarti, se vuoi rimanere uno stolto, un ignorante, uno schiavo, allora con il sorriso paga le seguenti tasse e quando leggi di un ponte che cade, di un bambino ucciso o violentato, di una donna violata, di una persona che si suicida per debiti o di un anziano che mangia dai cassonetti, ricordati che tu sei il colpevole, che dietro ad ogni violentatore tu esisti e violenti con lui, ogni ladro tu rubi con lui, ogni assassino tu uccidi con lui perché tu non fai nulla per cambiare tutto, questo.

A me non importa se hai paura, se non vuoi perdere la tua sicurezza a me interessa che il mondo che consegneremo ai nostri figli sarà il degrado assoluto. Perciò non proverò pietà o tristezza a sapere che tua figlia, sarà violentata, che sei finito povero, che hai una malattia incurabile perché tu hai voluto questo, perciò goditela fino in fondo.

ECCO LA LISTA DELLE TASSE CHE LO SCHIAVO FIERO DI ESSERE CITTADINO ITALIANO PAGA (NON SO SE SIA DEL TUTTO COMPLETA):

1 – Addizionale comunale sui diritti d’imbarco di passeggeri sulle aeromobili
2 – Addizionale comunale sull’Irpef
3 – Addizionale erariale tassa automobilistica per auto di potenza sup 185 kw
4 – Addizionale regionale all’accisa sul gas naturale
5 – Addizionale regionale sull’Irpef
6 – Bollo auto
7 – Canoni su telecomunicazioni e Rai Tv
8 – Cedolare secca sugli affitti
9 – Concessioni governative
10 – Contributo Ambientale Conai (Consorzio Nazionale Imballaggi)
11 – Contributi concessioni edilizie
12 – Contributi consorzi di bonifica
13 – Contributo SISTRI (Sistema di controllo della tracciabilità dei Rifiuti)
14 – Contributo solidarietà sui redditi elevati (Il contributo di solidarietà sui redditi elevati di importo superiore a 300 mila euro si applica nel periodo 2011-2016)
15 – Contributo SSN sui premi RC auto
16 – Contributo unificato di iscrizione a ruolo (E’ dovuto un contributo per ciascun grado di giudizio nel processo civile e amministrativo)
17 – Contributo unificato processo tributario
18 – Diritto Albo Nazionale Gestori Ambientali
19 – Diritti archivi notarili
20 – Diritti catastali
21 – Diritti delle Camere di commercio
22 – Diritti di magazzinaggio
23 – Diritti erariali su pubblici spettacoli
24 – Diritti per contrassegni apposti alle merci
25 – Diritti SIAE (Società Italiana degli Autori ed Editori)
26 – Imposta catastale
27 – Imposta di bollo
28 – Imposta di bollo sui capitali all’estero
29 – Imposta di bollo sulla secretazione dei capitali scudati
30 – Imposta di registro e sostitutiva
31 – Imposta di scopo
32 – Imposta di soggiorno
33 – Imposta erariale sui aeromobili privati
34 – Imposta erariale sui voli passeggeri aerotaxi
35 – Imposta ipotecaria
36 – Imposta municipale propria (Imu)
37 – Imposta per l’adeguamento dei principi contabili (Ias)
38 – Imposta plusvalenze cessioni azioni (capital gain)
39 – Imposta provinciale di trascrizione
40 – Imposta regionale sulle attività produttive (Irap)
41 – Imposta regionale sulla benzina per autotrazione
42 – Imposta regionale sulle emissioni sonore degli aeromobili
43 – Imposta sostitutiva imprenditori e lavoratori autonomi regime di vantaggio e regime forfetario agevolato
44 – Imposta sostitutiva sui premi e vincite
45 – Imposta sulla sigaretta elettronica ( Imposta di consumo sui prodotti succedanei dei prodotti da fumo)
46 – Imposta su immobili all’estero
47 – Imposta sugli oli minerali e derivati
48 – Imposta sugli spiriti (distillazione alcolica)
49 – Imposta sui gas incondensabili
50 – Imposta sui giuochi, abilità e concorsi pronostici
51 – Imposta sui tabacchi
52 – Imposta sul gas metano
53 – Imposta sul gioco del Totocalcio e dell’ Enalotto
54 – Imposta sul gioco Totip e sulle scommesse Unire
55 – Imposta sul lotto e le lotterie
56 – Imposta sul reddito delle persone fisiche (Irpef)
57 – Imposta sul valore aggiunto (Iva)
58 – Imposta sulla birra
59 – Imposta sulle assicurazioni
60 – Imposta sulle assicurazioni Rc auto
61 – Imposta Regionale sulle concessioni statali dei beni del demanio e patrimonio indisponibile
62 – Imposta sulle patenti
63 – Imposta sulle riserve matematiche di assicurazione
64 – Imposta sulle transazioni finanziarie (Tobin Tax)
65 – Imposta sull’energia elettrica
66 – Imposte comunali sulla pubblicità e sulle affissioni
67 – Imposte sostitutive su risparmio gestito
68 – Imposte su assicurazione vita e previdenza complementare
69 – Imposte sul reddito delle società (Ires)
70 – Imposte sulle successioni e donazioni
71 – Maggiorazione IRES Società di comodo
72 – Nuova imposta sostitutiva rivalutazione beni aziendali
73 – Proventi dei Casinò
74 – Imposta sostitutiva rivalutazione del TFR
75 – Ritenute sugli interessi e su altri redditi da capitale
76 – Ritenute sugli utili distribuiti dalle società
77 – Sovraimposta di confine su gas incondensabili (Sovraimposta di confine su gas incondensabili di prodotti petroliferi e su gas stessi resi liquidi con la compressione)
78 – Sovraimposta di confine su gas metano (Sovraimposta di confine su gas metano, confezionato in bombole o altri contenitori, usato come carburante per l’autotrazione e come combustibile per impieghi diversi da quelli delle imprese individuali artigiane)
79 – Sovraimposta di confine sugli spiriti
80 – Sovraimposta di confine sui fiammiferi
81 – Sovraimposta di confine sui sacchetti di plastica non biodegradabili
82 – Sovraimposta di confine sulla birra
83 – Sovrimposta di confine sugli oli minerali
84 – Tassa annuale sulla numerazione e bollatura di libri e registri contabili
85 – Tassa annuale unità da diporto
86 – Tassa erariale sulle merci imbarcate e sbarcate nei porti, rade e spiagge dello Stato
87 – Tassa emissione di anidride solforosa e di ossidi di azoto
88 – Tassa erariale e sbarco merci trasportate per via aerea
89 – Tassa occupazione di spazi e aree pubbliche TOSAP (comunale)
90 – Tassa portuale sulle merci imbarcate e sbarcate nei porti dello Stato
91 – Tassa regionale di abilitazione all’esercizio professionale
92 – Tassa regionale per il diritto allo studio universitario
93 – Tassa smaltimento rifiuti (TARI)
94 – Tassa sulle concessioni regionali
95 – Tassazione addizionale stock option settore finanziario
96 – Tasse e contributi universitari
97 – Tasse scolastiche (iscrizione, frequenza, tassa esame, tassa diploma)
98 – Tributo per l’esercizio delle funzioni di tutela, protezione ed igiene dell’ambiente
99 – Tributo per i servizi indivisibili (TASI)
100 – Tributo speciale discarica

https://plus.google.com/u/0/101772023333015238788/posts/2nZyEFJQvuB

Fonte compressamente.blogspot.com

L’articolo LA GUERRA DELLO STATO CONTRO I CITTADINI…. TECNICHE DELL’OPPRESSIONE DEL CITTADINO proviene da Politicamente Scorretto .