Scienza

Potente terremoto di magnitudo 7.0 scuote l’Alaska. Si tratta dell’imminente allineamento planetario?

Dopo che gli scienziati avevano registrato un misteriosa e sconosciuta onda sismica a livello globale, ecco che un potente terremoto di magnitudo 7.2 e poi declassato a 7.0 dall’USGS ha scosso Anchorage, in Alaska. Il sisma ha colpito Anchorage venerdì 30 Novembre danneggiando case, palazzi e distruggendo strade e reti elettriche. La scossa è stata rilevata alle 8:28 ora locale. Il Servizio geologico Usa ha detto che l’epicentro era a circa 13 chilometri a nord della città e a 40 chilometri di profondità.

La polizia di Anchorage, che ha circa 300.000 abitanti, ha segnalato “danni ingenti alle infrastrutture” mentre le immagini e i video pubblicati sui media e sui social descrivono i momenti di panico vissuti dai residenti mentre la terra tremava con forza. “Molte case ed edifici sono stati danneggiati – ha fatto sapere il dipartimento di polizia in una nota – molte strade e ponti sono stati chiusi”. Per ora non si hanno notizie di feriti gravi o di vittime. Anche l’iniziale allerta tsunami è rientrata. Almeno 10.000 utenti sono ancora senza elettricità in una città incredibilmente buia e fredda in questa stagione.

“Allineamento Planetario” potrebbe causare terremoti potenti nel mese di Dicembre 2018

L’allineamento dei pianeti Mercurio, Terra, Marte, Giove e Venere potrebbe far scatenare un mega terremoto sul nostro pianeta e addirittura una serie di terremoti di magnuto tra il 7.0 e 8.0. Questo è quanto afferma un gruppo di teorici del sito web ” Global Earthquake Forecaster “. Il sito web, guidato dal ricercatore di terremoti Frank Hoogerbeets, afferma che questi pianeti saranno allineati il ​​21 dicembre 2018 e che l’attrazione gravitazionale farà sì che possano influenzare le piastre tettoniche terrestri, causando un terremoto di magnitudo 8 della scala Richter. Gli effetti gravitazionali dei pianeti in fase di allineamento potrebbero già farsi sentire attraverso una serie si terremoti potenti che potrebbero scuotere il pianeta.

 

“Dopo tre anni di osservazioni, è diventato chiaro che alcune geometrie planetarie nel Sistema Solare tendono chiaramente a causare un aumento sismico, mentre un’altro fattore geometrico non lo fa” ha dichiarato Frank Hoogerbeets. Tuttavia, Mr. Hoogerbeets non fornisce alcuna indicazione su dove potrebbero verificarsi i terremoti. Qualsiasi cosa al di sopra di un sette della scala Richter è considerata un terremoto “importante” e solo 20 scosse sismiche di questa magnitudine,  si verificano ogni anno, e questo secondo la University of Michigan Tech.

A cura della Redazione Segnidalcielo