NWO

Russia al NWO: Allora, volete un cambio di regime in Venezuela?

di Jonas E. Alexis

“Gli Stati Uniti vogliono il petrolio del Venezuela e sono disposti a fare la guerra per quel petrolio. Stanno cercando di fabbricare una crisi per giustificare l’escalation politica e un intervento militare in Venezuela “.

Se avete prestato attenzione a ciò che il Nuovo Ordine Mondiale ha perpetuato negli ultimi due mesi in Venezuela, potresti pensare che Vladimir Putin o la Russia siano responsabili della debacle stessa. “The Economist” ha pubblicato un articolo risibile dal titolo: “In Venezuela, Putin combatte per il suo futuro.”

Nulla potrebbe essere più lontano dalla verità. L’ Economist e altri punti di contatto del NWO non hanno potuto fare i conti con il fatto che numerosi leader mondiali sono malati e stanchi di guerre perpetue e conflitti perpetui nel nome della democrazia e della libertà. Il mondo ne ha semplicemente avuto abbastanza. La Russia in particolare ha dovuto fermare l’assalto che gli agenti del Nuovo Ordine Mondiale stavano avanzando in luoghi come la Siria. Quindi gli agenti della NWO sono pazzi, fanatici e vogliono essere di nuovo guerrafondai.

In che modo questi agenti tentarono di rovesciare un presidente eletto democraticamente in Siria? Bene, hanno usato la stessa vecchia e noiosa strategia: Assad è malvagio; Assad stava uccidendo la sua stessa gente; Assad ha usato armi chimiche; Assad è anti-democrazia, ecc. Russia e Iran non demordono. L’ultima volta che ho controllato, Assad è ancora al potere. Ma questo non significa che gli agenti NWO abbiano improvvisamente rinunciato. Ci stanno ancora provando.

Inoltre, gli agenti NWO hanno cambiato marcia negli ultimi mesi. Si stanno spostando per destabilizzare un altro paese, cioè il Venezuela. La cosa interessante è che stanno usando la stessa monotona ideologia: il Venezuela manca di “democrazia” e “libertà”, quindi è loro dovere dire al presidente Maduro che il suo tempo è stato numerato.

Come ha detto lo stesso Segretario di Stato Mike Pompeo, i paesi della regione devono “allinearsi con la democrazia” per estromettere Nicolás Maduro. “La tirannia di Maduro”, continua Pompeo, non può più essere tollerata. “Il suo regime è moralmente in bancarotta, è economicamente incompetente ed è profondamente corrotto. È antidemocratico fino al midollo. ”

Dal momento che Maduro è corrotto, gli Stati Uniti devono offrire un sostegno finanziario. Come ha riferito lo stesso New York Times : “Gli Stati Uniti hanno anche offerto 20 milioni di dollari in aiuti d’emergenza alla parte di Guaidó …” Perché milioni di dollari? Bene, come ha affermato Trump, una “opzione militare” è del tutto possibile perché la democrazia deve essere ripristinata nella regione. Il defunto storico William Blum ha dimostrato in modo convincente che l’arma più mortale del Nuovo Ordine Mondiale è “democrazia”.

Bolton & Pompeo

Bene, questa forma di democrazia occidentale ha avuto tempi duri nel corso degli anni, perché molti paesi non la stanno più accettando. C’è del marcio al centro. Quindi la Russia essenzialmente ha detto ai rappresentanti americani di stare lontani dal Venezuela. In effetti, è stato riferito che i consulenti militari russi erano e forse sono ancora in Venezuela. Secondo il capo dello staff russo Valery Gerasimov, gli Stati Uniti stanno cercando di ripetere la storia. “Era stato così in Iraq, in Libia e in Ucraina”, ha detto Gerasimov. “Attività simili sono ora viste in Venezuela.”

Gli agenti dell’NWO sanno che la Russia non sta giocando, quindi hanno cambiato un po ‘il loro piano malvagio. Il fiammeggiante Neocon Elliott Abrams ha recentemente dichiarato che gli Stati Uniti non sono realmente interessati a uno scontro militare in Venezuela, ma che sono necessarie “azioni appropriate”. Abrams ha aggiunto:

“Le dittature finiscono. Alcune durano a lungo, altre un tempo molto più breve. Anche questo in Venezuela finirà. Speriamo che giunga alla fine in modo rapido e pacifico. ”

Questo è davvero divertente perché Abrams era lo stesso personaggio che sostenne regimi dittatoriali in El Salvador e Guatemala negli anni ’80. Il medesimo Abrams fu in gran parte responsabile del massacro di El Mozote in El Salvador, avvenuto nel dicembre del 1981. Abrams, che era un alto funzionario del Dipartimento di Stato nell’amministrazione Reagan, inviò il sostegno militare e finanziario al Salvador per sconfiggere la cosiddetta infiltrazione comunista o socialista nella regione. Raymond Donner, autore di Weakness and Deceit: America e El Salvador’s Dirty War , scrive nella sua inchiesta :

“Più di 900 contadini furono assassinati in ed intorno a diversi villaggi nella provincia orientale di Morazán. La maggior parte erano vecchi, donne e bambini. Nella chiesa cattolica romana di El Mozote, i soldati separarono gli uomini dalle loro famiglie, li portarono via e li uccisero. Hanno radunato madri e bambini nel convento. Mettendo i loro fucili M-16 forniti dagli americani in automatico, i soldati aprirono il fuoco. Poi hanno bruciato il convento. Circa 140 bambini sono stati uccisi, compresi i bambini più piccoli. Età media: 6 …

Eliott Abrams con Pompeo

“In El Salvador, l’amministrazione Reagan, con Abrams come uomo di punta, difendeva regolarmente il governo salvadoregno di fronte alle prove che il suo esercito regolare e gli squadroni della morte alleati operassero impunemente, uccidendo contadini, studenti, dirigenti sindacali e chiunque fosse considerato antigovernativo o pro-guerrigliero. Abrams arrivò al punto di difendere uno dei leader più famosi della squadra della morte, Roberto D’Aubuisson, responsabile dell’omicidio dell’arcivescovo Óscar Romero mentre stava celebrando la messa, nel marzo 1980.

“È stato l’assassinio di Romero a scatenare una guerra civile in El Salvador – un’alleanza tra militari e oligarchi, che aveva governato per decenni con il sostegno degli Stati Uniti, contro un’insurrezione di stampo marxista. La maggior parte del sostegno alla rivoluzione proveniva dai contadini del Salvador, che avevano poco da perdere nel cercare di rovesciare un governo che aveva fatto ricorso a una repressione brutale per tenerli in miserabile povertà.

https://culturacolectiva.com/historia/el-mozote-el-salvador

“Per prosciugare il mare contadino in cui nuotavano i guerriglieri, prendere in prestito da Mao, il Battaglione Atlacatl, i cui ufficiali avevano recentemente completato l’addestramento controinsurrezionale negli Stati Uniti, lanciò un’operazione” terra bruciata “a Morazán, una regione montagnosa dove i contadini semilavorati lavoravano i loro piccoli appezzamenti di sisal e mais. ”

Cimitero delle vittime della strage di El Mozote

Tieni presente che El Salvador è un paese piccolo, paragonabile allo stato del New Jersey. La sua popolazione è inferiore a cinque milioni. Quindi uccidere 900 persone a sangue freddo è una cifra abbastanza alta. Inoltre, lo stupro delle donne di chiesa cattolica era anche parte del regime brutale che Abrams e l’amministrazione Reagan inavvertitamente lo sostenevano in El Salvador. Il brutale regime violentò anche le adolescenti e le uccise. “Un testimone ha descritto un soldato che lanciava un bambino di 3 anni in aria e lo impalava con la sua baionetta.”

Anche New World Order come Newsweek concordano che Abrams “era stato precedentemente incriminato e perdonato per aver mentito al Congresso sul suo ruolo nell’Aran-Contra Affair degli anni ’80, con il quale membri dell’amministrazione del presidente Ronald Reagan vendevano illegalmente armi all’Iran e usato i fondi sostenere le milizie anticomuniste in Nicaragua (Contras), un episodio della storia pluridecennale degli sforzi degli Stati Uniti per sconfiggere le forze di sinistra in tutta l’America latina. ” ] (………..)

Fonte: Veterans Today

Traduzione: Alejandro Sanchez

via Controinformazione

IN EVIDENZA