background img
Complottisti Staff

Samoa, due bambini morti minuti dopo il vaccino. Il governo ritira il trivalente

7 giorni ago written by

Il governo samoano ha avviato un’inchiesta sulla morte di due bambini di un anno dopo una vaccinazione di routine. Lo riportano varie fonti, tra cui la CNN.

I bambini, un maschio ed una femmina, avevano 12 mesi e non erano imparentati; provenivano inoltre da comunità diverse.

Il vaccino in questione è il famoso MMR, chiamato in Italia MPR, ossia il trivalente Morbillo-Parotite-Rosolia.

L’MPR era il vaccino coinvolto anche nel famoso studio guidato dal dottor Andrew Wakefield che osava ipotizzare una possibile correlazione tra autismo e somministrazione dell’MPR.

I bambini samoani sono stati portati all’ospedale Safotu di Savai’i venerdì scorso, dove sono morti pochi minuti dopo aver ricevuto il vaccino MMR, secondo quanto riportato dalla televisione neozelandese.

Il primo ministro Tuilaepa Sailele Malielegaoi ha espresso le sue condoglianze alle famiglie lunedì.

«Ho ordinato un’indagine completa sulle circostanze che hanno portato a questo incidente devastante che non prendo alla leggera».

«Esistono già dei processi che determineranno se la negligenza è stata un fattore delle morti e, in caso affermativo, state certi che tali processi saranno implementati nella lettera per garantire che tale tragedia non si ripeta e che i responsabili siano chiamati a rispondere».

Leausa Prendi Naseri, direttore generale della salute, ha detto che ha interrotto il programma di vaccinazione fino al completamento della richiesta. Ha anche richiesto un’autopsia forense sui due bambini, dal momento che anche le morti sono indagate dalla polizia.

L’MPR è stato richiamato richiamato a livello nazionale come misura precauzionale dopo due bambini morti

Anche il personale ospedaliero coinvolto è stato rimosso per la propria sicurezza, ha riferito Radio New Zealand.

«Siamo anche preoccupati per la sicurezza dei nostri lavoratori, in particolare per le infermiere coinvolte perché sono ora facilmente biasimate: il dito è puntato verso di esse».

Esperti forensi australiani voleranno nel paese stasera per aiutare a indagare sull’incidente. L’MPR è stato richiamato richiamato a livello nazionale come misura precauzionale.

I grandi media, come ad esempio, oltre alla CNN, l’americana ABC, riportando la notizia, chiudono  con l’inevitabile paragrafo che ricorda la bontà dei vaccini.

Agenzie internazionali come l’OMS e l’UNICEF sono già in prima linea per gettare acqua sul fuoco.

Il rappresentante del Pacifico dell’UNICEF, Sheldon Yett, ha affermato che è importante che le persone coinvolte nel caso ricordino che i vaccini sono sicuri.

«Fermare l’immunizzazione sarebbe un disastro per i bambini nel Sud Pacifico e in tutto il mondo. Ha senso fermarsi e fare un’indagine completa per sapere cosa è successo specificamente qui. Ma fermare l’immunizzazione naturalmente sarebbe un approccio molto sbagliato da perseguire qui».

Rasul Baghirov, rappresentante Samoa dell’OMS, ha dichiarato al programma Pacific Beat della ABC che la situazione era seria, ma era troppo presto per determinare esattamente cosa causasse la morte:

«queste morti sono una tragedia e il governo è impegnato a capire esattamente cosa è successo, per le famiglie di quei bambini, ma anche a garantire la sicurezza del programma di immunizzazione».

Insomma, la siringa deve proseguire il suo lavoro, anche passando sopra i cadaveri ancora caldi di due neonati.

Fonte: Renovatio 21

via Informare per Resistere

Article Tags:
·
Article Categories:
Controinformazione · Vaccini